concept store, la nuova frontiera del retail marketing

Concept Store: vendere regalando esperienze

In un mondo in cui i punti vendita tradizionali si trovano sempre di più a competere con lo shopping online, l’esperienza di vendita fa la differenza. L’obiettivo di un Concept Store? Offrire e coinvolgere il cliente in delle vere e proprie esperienze multisensoriali. Come? Trasformare il negozio fisico tradizionale. In che modo? Ridefinendo l’atmosfera e creando spazi interattivi. Scopriamo un modo originale di vivere l’acquisto: i Concept Store.

Cosa sono i concept store

Da: concept (concetto) e store (negozio), i concept store sono punti vendita che offrono prodotti e servizi in un ambiente esclusivo.

Infatti, al loro interno, l’azienda trasmette la sua identità attraverso l’arredamento, le ambientazioni, le luci, i colori, i profumi, le musiche e, a volte, i sapori.

L’obiettivo è invogliare il consumatore ad acquistare, attraverso la realizzazione di percorsi sensoriali ed esperienze uniche. L’atmosfera dei Concept Store deve essere così confortevole e familiare, che il cliente è disposto a fare la fila per entrare.

Con questa prospettiva, il negozio evolve: da un semplice punto vendita, si trasforma in un luogo di incontro e di distrazione.

Caratteristiche dei Concept Store

Alla base di questo tipo di punti vendita c’è uno stile unico. Ma quali sono gli elementi distintivi?

  • L’identità: tutto si basa sull’identità che l’azienda intende rappresentare. Entri in un ambiente e in un’atmosfera che creano un mondo, in cui nulla è lasciato al caso;
  • l’esperienza: l’interno del negozio valorizza l’esperienza d’acquisto, che inventa un percorso multisensoriale. L’obiettivo è invogliare il cliente ad acquistare di più e a condividere l’esperienza con altri (passaparola);
  • il focus sul cliente: tutto ruota intorno al cliente, non al prodotto. Questo tipo di retail studia le esigenze e le abitudini del cliente, che viene conquistato dalle sue percezioni associate al prodotto e al brand.

Il primo Concept Store in Italia

Nel 1967 in Italia, Elio Fiorucci, uno degli innovatori della moda internazionale, intuì le potenzialità di questo nuovo modo di vendere e inaugurò a Milano un negozio di moda, arredamento e viaggi.

Si trattava di una piccola finestra sul mondo in cui si poteva trovare di tutto: abiti, accessori, gadget e libri. Ma, soprattutto, offriva un’esperienza originale, caratterizzata dalla musica, dai profumi, dai colori. Non si parlava ancora di concept store, ma così nascevano in Italia.

I Concept Store di oggi

Dall’Europa agli Stati Uniti, i concept store sono sempre più presenti. Ognuno con un’identità diversa da rappresentare, anche se l’essenza rimane sempre la stessa: regalare un’esperienza unica.

Eccone qualcuno:

Red La Feltrinelli (Milano): cultura e buon cibo

Red è un acronimo, le sue lettere sono le iniziali:

  • Read: il libro è il centro di questa nuova tipologia di negozi.
  • Eat: il cibo è cultura. Oltre ad essere bisogno, piacere e condivisione.
  • Dream: il mix di design, comunicazione, percorsi ed eventi che trasformano in esperienze quelle che altrimenti vivremmo come quotidiane faccende.
Nuovo RED a Milano Citylife - Feltrinelli Editore

In questo store c’è una zona dedicata alla libreria (che comprende un reparto di cartoleria e oggettistica) e una zona ristorazione (con un centinaio di coperti e un reparto che mette in vendita alimenti e vini della tradizione italiana).

Wildernis (Amsterdam): natura, arte e cibo

Wildernis non è un semplice negozio di piante e fiori, ma ha una missione: portare più natura nella città. In questo store puoi trovare tutto ciò che richiami il mondo del giardinaggio: libri, fauna selvatica e perfino gioielli ispirati al mondo vegetale.

Wildernis | I amsterdam

Periodicamente Wildernis organizza mostre e laboratori attinenti alla natura, coniugando cibo, natura e arte in un’unica esperienza multisensoriale.

La nuova tendenza del Retail Marketing

I brand che hanno scelto questo aspetto innovativo del retail sono davvero tanti: McDonald’s, Disney Store, Apple, Food e molti altri! Chiunque può trasformare il proprio negozio tradizionale in concept store: occorre un’idea originale e il coraggio di rinnovarsi.

Naturalmente, creare e gestire un concept store è un’attività per cui non si può improvvisare: serve disponibilità economica, uno studio preciso e tanta creatività nell’interpretare i molteplici aspetti che l’azienda intende rappresentare.

L’impatto che hanno avuto i concept store sull’esperienza d’acquisto è rilevante, pertanto, oggi rappresentano una delle nuove tendenze del marketing nei punti vendita.

Hai mai visitato un Concept Store? Vieni a parlarci della tua esperienza nella nostra community!

Ludovica De Giovanni

Ludovica De Giovanni

23enne, siciliana, digital marketer. Con una grande capacità di trasformarmi: nascondo mille capacità creative, ognuna pronta a fare la sua parte al momento giusto. Determinata e sorridente, amo tenermi in forma e sono una cats lover. 🌺

Partner del mese

Il Netflix degli spot pubblicitari

Show Me è la prima piattaforma di Branded Entertainment in Italia. Movies, Web Series, Talk Show, Podcast, Editoriali realizzati dai brand più famosi del mondo!

Forse ti sei perso questi…

copertina Markethings, la rubrica di notizie selezionate a tema marketing, ogni settimana sul marketingignorante.it
News
Andrea Felicella

[MarkeThings #32]: Si ricomincia!

Ciao amico lettore o amica lettrice, sono tornato! La lunga pausa estiva è stato proprio quello che ci voleva per rinfrescare le idee, prendere un gran bel respiro carico di iodio e far sfiammare i

Continua a leggere

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti, annunci e analizzare il traffico del sito. Potremmo inoltre condividere con i nostri partner informazioni sul modo in cui utilizzi il sito al fine di effettuare insieme ad essi analisi dei dati web, pubblicità e social media (cookie statistici e di profilazione). Acconsenta ai nostri cookie se desidera continuare ad utilizzare il sito web. Per info più dettagliate la invitiamo a consultare il seguente link: cookie policy