copertina Markethings, la rubrica di notizie selezionate a tema marketing, ogni settimana sul marketingignorante.it

[MarkeThings #23]: Il dietrofront di Whatsapp, Twitter testa nuove Ad e le altre notizie della settimana.

Numeri da record per TikTok nel mese di maggio 2021 ma anche per Depop, il secondo unicorno di origine italiana che segna un nuovo primato per il panorama delle startup italiane.

Quella che stai per leggere, è la selezione #23 delle notizie più interessanti in ambito marketing e digital, secondo Marketing Ignorante.

Ogni lunedì, puoi sfogliare i titoli nelle Stories in evidenza del nostro profilo Instagram e qui nel Blog troverai sempre un approfondimento per ogni titolo citato.

Buona lettura! 

1. Whatsapp: dietrofront dopo le controversie sulla privacy e nuove estensioni di funzionalità.

Il nuovo aggiornamento di Whatsapp riguardante l’estensione della condivisione di dati sensibili con Facebook, ha fatto discutere il mondo intero a causa del suo rilascio caotico e decisamente unilaterale in prima istanza.

L’intento inizialmente dichiarato da Whatsapp per la fase di rilascio dell’aggiornamento era quello di ridurre gradualmente alcune funzionalità per gli utenti che non avessero accettato le nuove condizioni.

Ma è proprio su quest’ultimo aspetto che ad oggi, dopo il rilascio definitivo dell’aggiornamento avvenuto il 15 maggio scorso, la compagnia mette in chiaro con una specifica disponibile all’interno del centro assistenza di Whatsapp che non ci sarà alcuna limitazione di funzionalità e che i promemoria che invitano ad accettare i nuovi termini non saranno persistenti.

Implementazioni e nuove funzionalità.

Durante il Facebook F8 (conferenza annuale per sviluppatori) del 2 e 3 giugno scorsi, sono state annunciate alcune interessanti novità per ciò che riguarda l’utilizzo aziendale del software.

Il primo punto discusso durante il Facebook F8 riguarda il processo di registrazione al servizio, i cui tempi verranno sensibilmente ridotti passando da un metodo di verifica che poteva richiedere giorni di attesa ad una procedura unica che richiederà intorno ai 5 minuti per essere completata.

In base alla tipologia di account business, le nuove implementazioni permetteranno poi di gestire in maniera più agile tutta la fase di follow-up del cliente con nuove estensioni per i messaggi programmabili.

Nello specifico, gli account che utilizzano il servizio per il customer care, potranno pre-comporre fino a 10 messaggi per velocizzare i tempi di risposta.

Gli spoiler di Mark.

In una chat privata con Wabetainfo, il popolare portale gestito da una community anonima (qualcuno crede addirittura si tratti di un bot) che rilascia frequentemente leaks e informazioni utili su Whatsapp, Mark Zuckerberg è intervenuto a sorpresa rivelando 3 funzioni molto interessanti che saranno presto pronte per il rilascio.

La prima novità anticipata dal CEO di Facebook riguarda l’introduzione della “Disappearing Mode” che una volta attivata imposterà la modalità “messaggi effimeri” per ogni nuova chat. L’obiettivo è naturalmente quello di favorire la privacy degli utenti, ma anche quello di ottimizzare lo spazio di archiviazione dei device su cui l’app è installata.

I messaggi effimeri infatti, dopo essere stati visualizzati si cancelleranno automaticamente dopo 7 giorni per tutti i partecipanti della chat, alleggerendo così il carico di dati che i nostri dispositivi mobili dovranno archiviare.

La seconda novità si orienta sempre verso una fortificazione della privacy dell’utente e riguarda l’introduzione dei media “View Once” o “Visualizza una volta sola”.

Come suggerisce il nome stesso, questa tipologia di invio farà in modo che i nostri video o le nostre foto si autodistruggeranno dopo essere stati visualizzati.

La terza ed ultima novità riguarda una delle funzionalità più attese in assoluto, l’opzione multi-device.

Finalmente, la funzionalità multi-device raggiungerà presto tutti gli utenti di Whatsapp e permetterà di utilizzare il servizio su più dispositivi in contemporanea senza il bisogno di doverli mantenere connessi.

Apparentemente, sarà proprio quest’ultima funzionalità a permettere un uso più agevole di Whatsapp anche su iPad.

Le anticipazioni di cui ti ho appena parlato, dovrebbero essere disponibili nella versione beta dell’app entro due mesi.

2. Twitter avvia i test per inserire le Ad nel formato Fleet.

L’introduzione silente dei Fleet (le “storie” di Twitter che possono includere link) avvenuta a novembre 2020, sembra essere stata una mossa ben recepita da parte dell’utenza tanto che l’azienda ha appena avviato una fase di test per l’introduzione di Ad nel nuovo formato.

I test avranno luogo sul mercato americano con un gruppo selezionato di soli 10 advertiser e permetteranno a Twitter di comprendere la resa delle Ad in formato verticale che anche se sono diventate la norma in piattaforme come Instagram e TikTok, all’interno di Twitter rappresentano una novità assoluta.

Le Ad verticali potranno essere costituite da foto o video e nel caso dei video avranno una durata massima di 30 secondi, inferiore al massimale imposto per lo stesso formato all’interno di Instagram (120 secondi) o TikTok (60 secondi) ma perfettamente in linea con i principi generali per ottenere buoni risultati in termini di attenzione.

Infine, si avrà naturalmente la possibilità di attivare la classica call to action “swipe up”.

Fonte: Twitter

L’azienda non ha ancora reso nota la frequenza con cui le Ad saranno proposte all’audience tra uno swipe e l’altro, ma ha dichiarato di essere intenzionata ad investire con continuità sullo sviluppo del formato in generale e delle sue estensioni pubblicitarie.

Gli advertiser avranno a disposizione un set di metriche classico che permetterà loro di analizzare i dati relativi alle impression, visite al profilo, visite al sito web, click e molto altro.

In un momento in cui la diversificazione degli approcci pubblicitari è la chiave per una resa generale positiva, ogni nuovo formato rappresenta più che mai un’opportunità in più per sperimentare, innescando così un inevitabile processo di crescita in termini di business o di esperienza.

Fonte: Twitter Business

3. Depop: second unicorno italiano acquistato da Etsy per 1,6 miliardi di dollari.

In un momento d’oro per il second-hand in quasi tutti i settori, un’interessante notizia nell’ambito startup arriva proprio da un’azienda che ha visto i suoi natali in Italia e tutt’ora vi è profondamente legata.

“Pre-loved” è il termine utilizzato per descrivere i prodotti di seconda mano nel settore dell’abbigliamento ed è proprio questo il core business di Depop, fondata nel 2011 da Simon Beckerman in H-Farm, che la scorsa settimana è stata acquistata dal gigante americano dell’e-commerce Etsy.

L’operazione si è conclusa con una vendita del valore di 1,6 miliardi di dollari, cifra che ha reso Depop il secondo unicorno (startup che supera la valutazione di 1 miliardo) di origine italiana (oggi la sede principale si trova a Londra) dopo Yoox per ordine cronologico, ma primo in assoluto per valorizzazione alla vendita.

Questa importante acquisizione, oltre ad essere un motivo di orgoglio per il fiorente ma sfidante panorama delle startup italiane, rappresenta anche l’eccellente riuscita di un progetto che ad oggi conta 30 milioni di utenti in tutto il mondo.

In seguito all’acquisizione, H-Farm percepirà un valore complessivo di 6 milioni di dollari grazie al ruolo da incubatore che ha svolto nella fondazione dell’azienda, moltiplicando così il suo investimento di 15,5 volte, cosa che ha reso H-Farm uno degli acceleratori più importanti d’Europa.

Fonti: Il Sole 24 Ore, Agi

4. TikTok si riconferma l’app più scaricata al mondo nel mese di maggio per la categoria non-game.

Secondo quanto pubblicato da Sensor Tower, tool molto affidabile per l’analisi dei dati nell’ecosistema delle mobile app, utilizzato da aziende come Tencent, Blinkist o Credit Suisse; TikTok sarebbe l’App più scaricata al mondo sia su App Store che su Google Play.

Ad oggi TikTok è diventato uno strumento perfettamente in grado di dare un forte contributo alle strategie di comunicazione digitale per numerose categorie di business e nonostante il persistente scetticismo di una fetta di professionisti dell’ambito, la realtà funzionale della piattaforma è ormai oggettiva se collocata in un contesto esatto.

A dare ulteriore conferma a quest’ultima considerazione ci pensano proprio i dati di Sensor Tower che vedono TikTok al primo posto nelle classifiche internazionali della categoria non-game con più di 80 milioni di installazioni solo nel mese di maggio 2021.

La cosa sorprendente è che TikTok è riuscita a mantenere la prima posizione in entrambi gli store, un avvenimento non proprio frequente che potrebbe essere interpretato come una tendenza globale ad avvicinarsi all’app con un possibile effetto di aumento degli interessi e dei trend diffusi tra le fila di un’audience sempre più eterogenea.

Diventare il titolo più scaricato dei due store di mobile app più diffusi del pianeta ed in contemporanea per giunta, ha permesso a TikTok di guadagnare il primo posto anche della classifica generale che si ottiene mediando i dati tra uno e l’altro store.

Sul podio, dopo TikTok troviamo Facebook e Instagram.

Un altro dato interessante fornito da Sensor Tower riguarda una porzione della distribuzione percentuale dei download, che vede un 16% del totale dal Brasile ed un 12% dalla Cina.

5. New Balance crea una scarpa porta-birra in collaborazione con l’americana Miller Lite.

Il celebre produttore di scarpe sportive americano New Balance ha ideato una simpatica campagna gadget in occasione dell’imminente festa del papà in America.

Negli Stati Uniti, la data della festa del papà corrisponde alla terza domenica di giugno e oggi, grazie ad internet, l’immagine che vede il classico papà americano indossare le iconiche New Balance 624 bianche, simbolo di una generazione di padri anni 2000 è riuscita a bypassare i confini nazionali grazie ai meme.

New Balance 624 cross-trainer

Ed è anche grazie ai meme che questo particolare modello di scarpe, apparentemente démodé, è riuscito negli anni a mantenere alta la sua popolarità nel mercato statunitense, tanto da spingere New Balance ad instaurare una curiosa partnership con Miller Lite, una delle birre più apprezzate dal suo stesso stesso target.

Quale poteva essere la soluzione migliore se non combinare entrambe le esperienze d’uso?

È così che da un sogno del reparto marketing di Miller, sono nati i porta-birre New Balance; gli “Shoezie“, perfetti per assaporare la propria Miller in pieno stile da padre dell’immaginario comune americano.

Fonte: AdWeek.

Le campagna, renderà disponibili un numero limitato di porta-birra, realizzati con gli stessi materiali e la stessa lavorazione del modello di scarpe. Con l’unica differenza che anziché essere pensati per un piede, sono stati ridisegnati per impugnare e mantenere fresca un birra.

Questa simpatica iniziativa non può non farci pensare alle grandi differenze in fatto di dialogo culturale che un brand può e deve configurare in base all’area in cui opera e quanto anche in questo, la comunicazione digitale sia stata in grado di sollevare le barriere geografiche e rendere un singolo messaggio pubblicitario, comprensibile in più aree del pianeta.

Fonte: AdWeek

Queste erano le notizie della settimana.
Se sono state utili, ti do appuntamento a lunedì prossimo 😉

Ti interessa approfondire temi di Marketing e conoscere in anteprima le novità del settore?
Entra a far parte della nostra community!
Ogni giorno, potrai confrontarti con appassionati e professionisti da tutta Italia, che discutono e diffondono contenuti a tema Marketing.





Andrea Felicella

Andrea Felicella

Napoletano d'origine, cresciuto immerso nella natura Umbra. Nerd dal primo respiro, sportivo e fortemente appassionato di tutto ciò che è "geek" oltre che di Musica e di Economia. Le dinamiche dell’imprenditoria mi affascinano da sempre e sono particolarmente legato alle discipline che riguardano il Marketing. È così che dopo aver venduto la mia prima attività commerciale nell'estate del 2020, ho deciso di diventare un Marketer a tutto tondo. Oggi svolgo attività di consulenza per PMI e professionisti.

Unisciti a noi!

Partner del mese

Il Netflix degli spot pubblicitari

Show Me è la prima piattaforma di Branded Entertainment in Italia. Movies, Web Series, Talk Show, Podcast, Editoriali realizzati dai brand più famosi del mondo!

Forse ti sei perso questi…

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti, annunci e analizzare il traffico del sito. Potremmo inoltre condividere con i nostri partner informazioni sul modo in cui utilizzi il sito al fine di effettuare insieme ad essi analisi dei dati web, pubblicità e social media (cookie statistici e di profilazione). Acconsenta ai nostri cookie se desidera continuare ad utilizzare il sito web. Per info più dettagliate la invitiamo a consultare il seguente link: cookie policy