I personaggi delle serie tv sono meglio degli influencer?

Personaggi delle serie TV: meglio dell’Influencer Marketing

Da qualche anno ormai, probabilmente anche grazie all’avvento di Netflix e delle varie piattaforme di streaming, le serie tv sono diventate molto popolari, soprattutto tra i giovani. 

Basti pensare che nel 2020 la piattaforma streaming Netflix ha raggiunto circa 180 milioni di abbonati nel mondo.

Le serie tv sono diventate un vero e proprio elemento di aggregazione, entrando a tutti gli effetti nella cultura sociale odierna. Un esempio? I vari meme che circolano su Instagram.

Quando il tuo collega è in  attesa della call, e tu continui ad attendere solo soletto. Meme sviluppato con l'immagine presa da delle scene di Narcos.

Ma le serie tv non influenzano soltanto l’ultimo meme che va di moda: vanno molto più in fondo, influenzando anche le nostre decisioni di acquisto. 

Sembra quasi essere una strategia di Influencer marketing.

Tutti pazzi per le scarpe di Squid Game

Scena di Squid Game che mostra ritrae il protagonista con le Vans bianche ai piedi.

E da dove cominciare se non dalla serie tv che ha raggiunto il record di serie più vista su Netflix?

Questa serie tv sudcoreana racconta la storia di un gruppo di persone che partecipa ad un gioco mortale in cui si devono superare diverse prove per riuscire a vincere un agognato premio in denaro: 45,6 miliardi di Won (circa 33 miliardi di euro).

E cosa c’è di strano? Ti chiederai.

Dopo l’uscita di questa serie tv, la marca di scarpe Vans ha registrato un aumento delle vendite del 145% del modello delle scarpe indossate dai protagonisti, cioè delle Slip-on bianche. Mica male!

Il proprietario di Vans deve un bel grazie a Squid Game e a Netflix!

Voglio essere come la regina degli scacchi

Altra fantastica serie tv di Netflix uscita ad ottobre 2020, La regina degli scacchi racconta la storia di Beth Harmon una ragazza che si rivela un vero e proprio genio nel gioco degli scacchi, e che ha raggiunto più di 62 milioni di utenti in soli 28 giorni.

E indovina cos’è successo dopo la sua uscita?

Le ricerche su Google sugli scacchi sono cresciute dell’88%, il libro da cui è tratta la storia è diventato un best seller dopo 37 anni dalla sua uscita (meglio tardi che mai), e i giocatori sul sito Chess.com sono aumentati del 500%.

Trend di chess.com nelle ricerche di Google nel 2020

Ma non credere che sia finita

Oltre a quelli appena descritti, esistono molti altri casi in cui le serie tv hanno influenzato le vendite delle aziende e i nostri interessi.

The Witcher

Un esempio è la serie Netflix di The Witcher, che racconta la storia dello strigo Geralt di Rivia, la principessa Ciri e la strega Yennefer di Vengerberg.

L’uscita di questa serie tv ha fatto aumentare la vendita dei libri di Andrzej Sapkowski, da cui si ispira la serie (già divenuta famosa grazie alla serie videoludica), e dei suoi videogiochi raggiungendo secondo l’analista del NPD Sartori Bernbeck, un aumento delle vendite sul disco del 550%.

Mindhunter

Un altro esempio è la serie tv Mindhunter, che racconta la storia della creazione dei profili dei Serial Killer a partire dagli anni ‘70 come Charles Manson e Ed Kemper. A ottobre 2017 ha fatto registrare un aumento del termine di ricerca “Charles Manson” del 3200%.

The Crown

Dopo l’uscita di The Crown, serie tv che racconta la storia della regina Elisabetta II, il termine di ricerca “Regina Elisabeth” è aumentato del 433%, il termine “Principessa Diana” è aumentato del 1566%, e il termine “Principe Charles” del 1425%.

Nel grafico qui sotto puoi vedere come dopo l’uscita della seconda stagione, avvenuta l’8 dicembre 2017, l’argomento “Elisabetta II del Regno Unito” abbia avuto un picco di ricerche.

Trend di Elisabetta II del Regno Unito nelle ricerche di Google nel 2017

E le aziende come si sono comportate?

Non penserai che le aziende si siano godute tutto questo aumento delle vendite senza fare nulla, vero?

Molte aziende hanno colto la palla al balzo e hanno creato molte campagne interessanti sfruttando la popolarità delle serie tv del momento con campagne di Instant Marketing e di Guerrilla Marketing in giro per le città di tutto il mondo.

Vediamo gli esempi più interessanti!

Star Wars e Barilla

Un esempio di instant marketing è quello di Barilla che ha usato la sua pasta come fighissime spade laser, con scritto “Che la pasta sia con te”.

Instant Marketing di Barilla con Star Wars. Nella prima due rigatoni diventano l'impugnatura di spade laser. Nella seconda la pasta dà forma al volto di un personaggio del film.

Oreo e Il Trono di Spade

Altro esempio di instant marketing è quello fatto da Oreo sfruttando la visibilità della serie tv Il Trono di Spade.

Come se gli Oreo non fossero già abbastanza invitanti da soli.

Instant Marketing di Oreo che mostra il suo biscotto sul Trono di Spade, con colori e scritte che ricordano la serie

Burger King e Stranger Things

In questo spot di Burger King viene sfruttato il sottosopra di Stranger Things capovolgendo il loro Whopper.

Non lo mangeresti volentieri anche così?

Pubblicità Burger King "Upside Down Whopper" con il loro panino "Whopper" capovolto per rappresentare il mondo del "sottosopra" conosciuto dai fan della serie di Stranger Things.

La casa di carta in giro per il mondo

Questo è un vero e proprio esempio di Guerrilla Marketing!

Per pubblicizzare la nuova stagione de La casa di carta, Netflix ha avuto la brillante idea di posizionare in diverse città alcuni manichini vestiti come i protagonisti della serie, spingendo le persone a provare ad indovinare chi sarebbe stato il nuovo membro della banda in arrivo e quale nome di città avrebbe scelto.

Alcune città d'Italia delle teche di vetro aventi all'interno un pupazzo in tuta rossa sono state distribuite in varie città d'Italia da Netflix per promuovere "La Casa di Carta"

Chi sono i veri influencer?

Abbiamo visto come al giorno d’oggi il mondo dell’intrattenimento, in particolare le serie tv, facciano parte della nostra quotidianità, andando ad influenzare le nostre decisioni e i nostri interessi.

Riescono addirittura a far aumentare di parecchio le vendite delle aziende, e le aziende stesse sfruttano questi trend a loro vantaggio.

Ma come ci riescono?

Secondo Francesco Marazzo, docente di web marketing e new media dell’Università Federico II di Napoli che ha ribattezzato questo fenomeno “Effetto Netflix”, siamo portati ad imitare i personaggi delle nostre serie tv preferite per sentirci parte di un gruppo, e imitarli diventa un vero e proprio mezzo identificativo di appartenenza.

A questo punto sorge spontanea una domanda: che i veri influencer siano Netflix, le piattaforme streaming e tutti i personaggi delle nostre serie TV preferite?

Giuseppe Mirulla
Giuseppe Mirulla
Sono curioso di ogni cosa, più imparo e più sono felice. Ho una grande passione per il marketing, la psicologia, la chitarra ed il rock n' roll! 🤘🔥 Il mio sogno è quello di diventare un freelance e vivere più esperienze incredibili possibile

Le notizie più importanti dal mondo del Marketing

La Newsletter di Marketing Ignorante

Ricevi ogni Lunedì tramite email le notizie più importanti dal mondo del Marketing selezionate per te dalla Redazione di Marketing Ignorante

Partner del mese

Il Netflix degli spot pubblicitari

Show Me è la prima piattaforma di Branded Entertainment in Italia. Movies, Web Series, Talk Show, Podcast, Editoriali realizzati dai brand più famosi del mondo!

Altri articoli dal Blog

copertina Markethings, la rubrica di notizie selezionate a tema marketing, ogni settimana sul marketingignorante.it
News
Redazione MarkeThings

[MarkeTings #47]: XMas Edition.

Quella di oggi è un’edizione molto, molto particolare di MarkeThings. Non solo per il suo focus totale sul Natale appena trascorso (infatti se sei un “grinch”, mi dispiace dirtelo, ma questo numero non fa per

Continua a leggere

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti, annunci e analizzare il traffico del sito. Potremmo inoltre condividere con i nostri partner informazioni sul modo in cui utilizzi il sito al fine di effettuare insieme ad essi analisi dei dati web, pubblicità e social media (cookie statistici e di profilazione). Acconsenta ai nostri cookie se desidera continuare ad utilizzare il sito web. Per info più dettagliate la invitiamo a consultare il seguente link: cookie policy