Il rebranding di Plenty: l’ispirazione dai fast-food

poster su muro che mostra il rebranding del marchio Plenty: insieme di immagini zoommate di verdure come pomodori ed insalata e frasi che catturano l'essenza del nuovo stile. Fonte: Marketing Ignorante

Con il processo di rebranding, un’azienda cambia l’immagine del suo marchio per modificare la percezione che consumatori e stakeholder hanno dell’azienda stessa. Plenty è una una start-up americana nonché una vertical farm, cioè un’azienda agricola che usa la tecnologia e l’intelligenza artificiale all’interno di serre verticali per aumentare la produttività. Un marchio che rappresenta una garanzia del cibo salutare. Per il suo rebranding, però, Plenty ha deciso di lasciarsi ispirare da McDonald’s, Burger King, Wendy’s, KFC … Se vedendo dell’ insalata pensi invece a delle patatine fritte, tranquillizzati: non è un caso!

Il rebranding di Plenty include anche il packaging, come quello mostrato che vede dell'insalata inscatolata in un box quadrato dai colori sgargianti. I colori predominanti sono rosso, giallo e verde. Fonte: Marketing Ignorante

Alla scoperta dei dettagi del rebranding di Plenty

Il risultato del rebranding di Plenty è divertente e pieno di personalità.

L’agenzia di design &Walsh’s si è servita della psicologia dei colori. Per realizzare questo cambio, si è tenuta alla larga dai cliché del “verde salutare per convogliare un messaggio di accoglienza ed accessibilità. L’obiettivo è quello di rendere il cibo sano desiderabile, mettendo insieme una tipografia di carattere e colori di forte impatto. Sono riusciti a creare un marchio “felice”.

L'immagine cita "Flavor for all. Plenty for all", con gli stessi colori e caratteri usati per il rebranding di Plenty. Fonte: agenzia &Walsh's

Il logotipo

Il logotipo è lo strumento identificativo del brand. Rispetto a quello precedente, è stato scelto un design più semplice ed uno stile accessibile. Il nuovo carattere tipografico audace è coerente con l’esigenza di avere anche una maggiore responsiveness di fronte al sempre maggiore utilizzo di dispositivi mobili. 

L'immagine mostra il nuovo logotipo di Plenty, una scritta gialla con il nome del brand su sfondo viola. Fonte: agenzia &Walsh's

Il font

Il nuovo carattere tipografico (Plenty Custom) di proprietà di Plenty® è un sans serif umanista con angoli e terminali a foglia. Non a caso, si ispira alle curve rotonde come quelle di un pomodoro maturo.

L'immagine mostra i dettagli del nuovo font di Plenty evidenziando le curvature presenti nella lettera "a". Fonte: agenzia &Walsh's
Intero alfabeto del nuovo font usato per il rebranding di Plenty, comprendente sia le lettere maiuscole che le minuscole. Fonte: agenzia &Walsh's

I colori

I colori scelti sono brillanti, ma amichevoli. Nello specifico, l’agenzia ha usato abilmente colori come il rosso “ketchup” e il giallo “senape” che tradizionalmente ispirano la fame. La decisione cerca di convincere il consumatore a mangiare quelle verdure gustose, fresche e pulite.

L'immagine ha uno sfondo del colore rosso scelto per il rebranding di Plenty. Dai due angoli sbucano due forchette che infilzano delle foglie di insalata. Al centro due bigliettini gialli con la scritta "Nate Storey" e "Plenty". Fonte: agenzia &Walsh's

Le immagini

Le immagini e la fotografia enfatizzano l’ottima qualità del cibo mettendo in risalto la freschezza dei prodotti.

Immagine che stimola la freschezza del prodotto insalata mista "Mizuna Mix". Combina i colori viola ed arancione. Il packaging dell'insalata è circondato da 3 piatti riempiti dall'insalata mista. Fonte: agenzia &Walsh's

Il packaging

Tradizionalmente la maggior parte dei marchi che vendono insalata si servono di un’estetica e di un design simile tra di loro. Da qui la sfida dell’agenzia di far risaltare la confezione di Plenty sullo scaffale di un supermercato. Questo per suscitare la curiosità e poi l’interesse delle persone.

Senza dubbio, la nuova confezione e il nuovo carattere di design aiutano a definire la percezione di accessibilità e calore del marchio.

Tutte le 4 confezioni del nuovo packaging pensato per il rebranding di Plenty: Baby Argula; Baby Kale; Crispy Lettuce e Mizuna Mix. Fonte: agenzia &Walsh's
I prodotti Plenty nelle nuove confezioni posizionati su scaffale vicino alle altre insalate in scatola. I colori innovativi del rebranding lo rendono distintivo e cattura l'attenzione. Fonte: agenzia &Walsh's

Il Rebranding di Plenty darà i suoi risultati?

Il rinnovo del brand di Plenty ruota attorno all’idea della freschezza e golosità dei prodotti, ma da qui sorge spontanea una domanda:
basterà il rebranding di Plenty per rendere verdura e frutta cibi sani ed accessibili alle masse?

Riuscirà Plenty a reindirizzare ai suoi prodotti, sani e gustosi, le persone che opterebbero normalmente per cibi malsani e lavorati, ma sicuramente economici e facilmente reperibili?

Se ti interessa il mondo della Brand Strategy e più nello specifico del rebranding, guarda anche l’articolo in cui abbiamo parlato del restyling dei ravioli di Giovanni Rana.

Entrando ora nella nostra community, puoi discuterne interagendo con altri appassionati e professionisti da tutta Italia!

Valentina Crenna

Valentina Crenna

Quadrilingue data-driven Customer Strategy & Marketing Consultant

Unisciti a noi!

Partner del mese

Il Netflix degli spot pubblicitari

Show Me è la prima piattaforma di Branded Entertainment in Italia. Movies, Web Series, Talk Show, Podcast, Editoriali realizzati dai brand più famosi del mondo!

Altri articoli dal Blog

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti, annunci e analizzare il traffico del sito. Potremmo inoltre condividere con i nostri partner informazioni sul modo in cui utilizzi il sito al fine di effettuare insieme ad essi analisi dei dati web, pubblicità e social media (cookie statistici e di profilazione). Acconsenta ai nostri cookie se desidera continuare ad utilizzare il sito web. Per info più dettagliate la invitiamo a consultare il seguente link: cookie policy